Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria

Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria

20 novembre 2018|Categoria: Novità fiscali|

In Gazzetta il D.L. fiscale

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23 ottobre 2018, il D.L. 119/2018 “Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria” di cui si offre un quadro sinottico. Il decreto contiene le norme relative alla c.d. pace fiscale, alla rottamazione ter, alla fatturazione elettronica nonché altre disposizioni di natura fiscale. Ai sensi dell’articolo 27, le norme contenute nel decreto, salvo decorrenze diverse espressamente previste, entra in vigore a partire dal 24 ottobre, giorno successivo a quello della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

In sintesi elenchiamo le novità introdotte dal decreto:

  • Definizione agevolata dei pvc e degli atti del procedimento di accertamento: pagando solo l’importo dell’imposta (senza sanzioni e interessi) per quelli consegnati o notificati entro il 24/10/2018;
  • Rottamazione-ter: entro il 30/04/2019 si può presentare la domanda per l’estinzione agevolata (senza sanzioni), delle cartelle esattoriali a ruolo entro il 31/12/2017;
  • Stralcio delle mini-cartelle: stralcio delle cartelle di importo non superiore ad euro 1.000, trasmesse all’agente della riscossione tra il 01/01/2000 e il 31/12/2010;
  • Definizione delle liti pendenti: possibilità di versare la sola quota capitale (senza sanzioni quindi), ridotta a seconda del grado di giudizio raggiunto, per tutti gli atti notificati prima del 24/10/2018;
  • Dichiarazione integrativa speciale: per tutti coloro che hanno presentato le dichiarazioni scadenti il 31/10/2017, è data la possibilità di far emergere fino al 30% del reddito non dichiarato tramite una dichiarazione integrativa speciale. L’extrareddito sarà tassato con un’imposta sostitutiva da versarsi o in un’unica soluzione entro il 31/07/2019, oppure fino a 10 rate semestrali a partire dal 30/09/2019;
  • Fattura elettronica: entra in vigore dal 01/01/2019, con un periodo di 6 mesi nei quali è notevolmente ridotto il regime sanzionatorio. Dal 01/07/2019 le fatture non potranno essere emesse oltre 10 giorni dalla data dell’operazione;
  • Trasmissione telematica dei corrispettivi, obbligatoria per tutti i contribuenti a partire dal 01/01/2020 e per quelli che hanno un volume d’affari superiore ai 400.000 euro dal 01/07/2019;
  • Processo tributario telematico: dai ricorsi notificati dal 01/07/2019 diviene la forma obbligatoria del processo tributario.