livello digitale

Il livello digitale giusto per la tua azienda

Abbiamo elencato i quattro livelli di trasformazione digitale, parlando di dati ed ecosistemi digitali (qui). Scopriamo insieme il livello digitale giusto per la tua azienda!

Qual è il livello giusto per la tua azienda?

Per valutare la strategia di trasformazione digitale migliore, è bene anzitutto tenere a mente la necessità e capacità di impegno che ciascun livello comporta in termini di investimento. Questo aspetto è fondamentale per permetterci di sfruttare al massimo tutti i vantaggi derivanti dai dati interattivi e dagli ecosistemi digitali.

Primo livello digitale

Entry level. La maggior parte delle aziende può trarre grande vantaggio dall’efficienza operativa. Quasi tutte le iniziative di trasformazione digitale si svolgono su questo livello, vitale se l’efficienza operativa costituisce la spinta strategica di un’azienda. Facciamo un esempio: le aziende petrolifere e del gas gestiscono pozzi, oleodotti e raffinerie che necessitano di investimenti miliardari. L’utilizzo di dispositivi IoT e AI applicati a questo settore (per trovare riserve, mantenere pipeline e asset di raffineria) permette di risparmiare sino al 60% in costi operativi!

Secondo livello digitale

Imprescindibile per quelle aziende che vendono prodotti potenzialmente collegabili ai dati interattivi creati dagli utenti. Dati che possono essere sfruttati per un vantaggio strategico superiore a quello previsto dal primo livello! Molti beni di consumo rientrano in questa categoria, quindi l’uso principale dei dati interattivi in quest’attività consiste nel migliorare l’efficienza di pubblicità e sviluppo del prodotto.

Terzo livello digitale

Questo livello è perfetto per le aziende che sanno di poter generare servizi basati sui dati da prodotti e value chain. Queste aziende devono arricchire i propri ecosistemi di produzione per ampliare il proprio vantaggio strategico, passando dalle efficienze operative ai nuovi servizi basati sui dati. In questo livello le aziende attraversano un’ulteriore barriera: non utilizzano i dati per la sola efficienza operativa, ma per generare entrate. Tuttavia, se la tua azienda non ha accesso ad un ecosistema di consumo, il terzo livello costituirà certamente il capolinea.
Facciamo un esempio: le lavastoviglie dotate di sensori e AI sono in grado di anticipare i guasti dei componenti e di fornire quindi un servizio predittivo. Non sempre, tuttavia, sono semplici da connettere digitalmente con altri oggetti complementari, entrando così a far parte di piattaforme digitali. Trascurando gli ecosistemi di prodotti, le aziende perdono quindi grandi opportunità.

Quarto livello digitale

È strategicamente rilevante per qualsiasi azienda i cui prodotti abbiano ecosistemi di consumo emergenti. Le aziende che, pur trovandosi in una simile situazione, decidono di rimanere all’interno dei loro ecosistemi produttivi, rischiano di restare indietro. La sfida fondamentale per queste aziende deve essere l’estensione dei prodotti nelle piattaforme digitali.

Concludendo

Non tutte le aziende saranno in grado o vorranno impegnarsi in ciascun livello di trasformazione digitale. Alcune potranno scegliere di concentrarsi solo su uno, o alcuni, ma dovranno necessariamente avere consapevolezza di tutte le nuove possibilità. Le opportunità sono moltissime e una strategia ponderata di trasformazione digitale aiuterà tutte le realtà a mantenere la propria competitività anche nel mercato moderno.

 

Credits: hbr